head-01head-03head-02head-04

Tutti fuori!


Non è facile, non è scontato, non è comodo (forse) ma si può!

Portare i bambini e i ragazzi fuori si può.

Si può fare attività educativa anche all’esterno degli edifici scolastici.

Lo possono fare gli insegnanti e lo possono fare i nostri operatori. Non solo perché adesso ci dicono sia più sicuro ma perché è un’esperienza educativa di senso.

Portare la scuola fuori non vuole dire trascinare in giardino banchi e sedie per svolgere all’aperto ciò che abitualmente facciamo in aula.

Portare la scuola fuori vuol dire imparare ad osservare ciò che ci sta intorno, imparare a concentrarsi nonostante i disturbi naturali, imparare ad escludere ciò che ci distrae, riconnettersi con l’ambiente, con se stessi, scoprire nuove relazioni con compagni e insegnanti. “Fuori” ci sono occasioni multiple e si possono privilegiare canali di apprendimento diversi. Gli apprendimenti all’esterno hanno a che fare con i fenomeni naturali che sono di per sé complessi; ci consentono connessioni inter e transdisciplinari.

Con questo spirito proseguono i laboratori didattici per le scuole primarie a cura dell’Associazione 0432. In classe, per chi vuole, o in giardino!

Lascia un commento