head-01head-03head-02head-04

A Praga per costruire ponti


Durante l’11° Congresso WEEC che si terrà a Praga dal 14 al 18 marzo, sarà possibile esplorare il tema principale “Building bridges in times of climate urgency” attraverso ben 14 sotto temi.

Il modo di intendere l’educazione ambientale e sostenibile verrà messo alla prova e si aprirà alle sfide della contemporaneità, dando spazio a riflessioni su arte, etica, Antropocene e molto altro.

Questi i 14 sotto temi del Congresso:

  1. Action Competence and key competencies for sustainability
  2. Arts, ethics and EE
  3. Business Sector and EE
  4. Climate Change Education
  5. Early Childhood Education: The Foundation of ESD
  6. Education for Environmental Citizenship
  7. EE in Non-Formal Settings
  8. EE in the Anthropocene
  9. Outdoor EE: Bridging Nature Experiences with School and Home
  10. Place-based Education (PBE)
  11. Sustainable Universities
  12. Transformative, Transgressive learning in communities
  13. Whole School Approaches to Environmental and Sustainability Education
  14. Water for life

I primi due temi trattano le competenze chiave per la sostenibilità e il rapporto tra l’educazione ambientale e l’arte e l’etica. Eccoli nel dettaglio:

Action competence and key competencies for sustainability. Chairs: Daniel Olsson (Karlstad university) & Per Sund (Stockholm University)

Il tema Action Competence and key competences for sustainability prevede lo svolgimento di un forum per evidenziare le iniziative per la action competence (capacità di azione) e competenze chiave nell’Educazione ambientale e sostenibile (ESE), al fine di rendere l’educazione di qualità, più contemporanea e comprensiva, attraverso una continua teorizzazione, concettualizzazione e ricerche empiriche su competenza d’azione e competenze chiave per la sostenibilità.

L’idea educativa dietro a tale concetto è quella di facilitare ed incoraggiare i giovani attraverso lo sviluppo di tali competenze. Lo scopo educativo è di applicare le conoscenze e capacità che i giovani apprendono a scuola e trasformare la conoscenza in azione. Questo tema è l’ideale per chi ha interesse nell’analisi delle competenze e nell’Educazione ambientale e sostenibile.

Arts, Ethics and Environmental Education. Chairs: Bob Jickling (Lakehead University) & Jana Dlouha & Laura Henderson (Charles University Environment Centre)

Questo sottotema invita i partecipanti a considerare forme di espressione che promuovono le capacità umane di consapevolezza, percezione, cura, compassione, guarigione, giustizia e amore. Questo tema parte dalla premessa che l’educazione ambientale deve includere uno spazio per andare oltre le capacità classiche legate alla scienza, alla logica e alle rappresentazioni linguistiche.

Per quanto riguarda l’etica, questo significa allontanarsi dalle filosofie radicate in principi astratti e in dualismi soggetto-oggetto. Le arti ci forniscono il potere delle immagini, del simbolismo, di metafore e sentimento per infrangere i limiti del nostro modo di pensare e di essere.

Le presentazioni di questo panel si collocano in una intersezione tra etica e arte come pratica sociale, etica e arte come attivismo e etica e arte come apprendimento congiunto. 

Inoltre si preferiranno i progetti dove etica e pratiche artistiche si possono intersecare per ripristinare la giocosità delle nostre risposte al mondo, generare un’azione creativa, coinvolgere le persone nell’eco-espiazione e accendere i movimenti sociali.

Per rimanere aggiornati sugli eventi del Congresso, consultare il sito https://weecnetwork.org/

Lascia un commento