head-01head-03head-02head-04

Si torna al cinema per parlare di sostenibilità


Dopo quasi due anni, finalmente, siamo tornati a rincontrare le scuole al cinema. L’abbiamo fatto il 26 ottobre al cinema Ariston di Trieste in un evento che anticipava il Festival della Fantascienza tutt’ora in corso e che si concluderà il 3 novembre.

Nella mattinata organizzata assieme alla Cappella Underground di Trieste, hanno partecipato circa 150 bambini principalmente delle scuole primarie della città.

E’ stato proposto il film d’animazione Moon Bound, una favola “fantascientifica” nella quale il protagonista, il piccolo Pete, intraprende un magico viaggio tra il pianeta Terra e la Luna insieme allo scarabeo Zoomzeman e allo scienziato sperimentatore Sandman per salvare la sorellina dal cattivo Moon Man e riportare sul Pianeta un albero un speciale, grazie al quale potrà ritornare la bellezza della natura.

Dopo la proiezione, partendo dai personaggi preferiti dai bambini, abbiamo concentrato l’attenzione su due simboli della natura presenti nel film: le api e l’albero.

E’ stata così un’occasione per raccontare alle classi che api e alberi sono due testimonial importantissimi dei Servizi Ecosistemici ovvero tutti i servizi che ci vengono offerti gratuitamente dalla natura ogni giorno, che esistono solo sul Pianeta terra, senza i quali noi non potremmo vivere.

I bambini hanno scoperto, attraverso delle immagini proiettate in sal,a come l’uomo abbia da sempre preso ispirazione dalla genialità presente in natura fino ad applicazioni di uso comune come le siringhe che non procurano dolore ispirandosi alla proboscide delle zanzare, il velcro dai fiori di bardana, le applicazioni in architettura prendendo spunto dall’alternanza bianco-nera delle zebre, le applicazioni in aerodinamica per aerei, treni e pale eoliche copiando balene , squali e uccelli e tanto altro ancora.

Una mattinata che è stata l’occasione per un augurare a bambini e insegnanti di ricoprire la bellezza della natura nei suoi piccoli particolari e di approfondire la conoscenza sui servizi ecosistemici che si possono vedere anche sul nostro territorio.

Insomma, ancora una volta il cinema si è riconfermato un linguaggio o meglio un contesto educativo, nel quale potersi immergere e, attraverso suoni e immagini nella magia di una sala, poter riflettere assieme sulle grandi sfide della sostenibilità.

Per saperne di più sui progetti di educazione ambientale attraverso l’audiovisivo e sui prossimi eventi, consultate www.mediatecambiente.it

Lascia un commento